DALAI LAMA: Autonomia vera per il Tibet

10 Dic

Dalai

MILANO – “Tutto il mondo sa che non chiediamo l’indipendenza, ma l’autonomia per il Tibet”. Così, il Dalai Lama ha risposto, incontrando la stampa stamani a Milano, a chi gli domandava quale futuro auspicasse per il suo Paese. “Quando l’armata Rossa giunse in Tibet, si parlò di liberazione pacifica e perciò – ha ricordato – nel 1951 si fece un accordo di 17 punti che prevedeva due sistemi in un solo Paese. Nel 1959 le cose cambiarono, nel 1974 abbiamo pensato di chiedere l’autonomia, mentre dal 1979 abbiamo dovuto parlare direttamente con il governo centrale cinese: da quella data è rimasto un contatto che prevede un dialogo continuo, perché il Tibet rimanga sotto la costituzione della Repubblica Popolare Cinese”. “Questa costituzione – ha sottolineato il Dalai Lama – prevede l’autonomia per le diverse etnie, perciò noi abbiamo chiesto di avere un’ autonomia significativa. Ora chiediamo alle autorità cinesi – ha concluso – di mettere in pratica ciò che é previsto dalla loro stessa Costituzione”.

PROSSIMA REINCARNAZIONE POTREBBE ESSERE DONNA
“Il prossimo Dalai Lama potrebbe essere una donna”, ha ribadito spiegando che “se fosse più utile una donna il Lama potrebbe reincarnarsi in questa forma”. Infatti “secondo il Budda Dharma, uomini e donne hanno uguale diritto”, ha spiegato il Dalai Lama.

‘LA GUERRA E’ FRUTTO DELL’AZIONE DELL’UOMO’
La via della pace? per il Dalai Lama é una sola: “Credo – dice – che si debba migliorare l’uomo dal profondo”. “I grandi capi delle religioni teistiche – spiega – dovranno chiedere a Dio perché accade tutto ciò, mentre le altre religioni, che hanno una visione legata a causa e condizione, come il buddismo, sostengono che se c’é tanta guerra è frutto dell’azione dell’uomo, frutto dell’intenzione umana stessa”. Per questo motivo “soldi e tecnologia – avverte il Premio Nobel per la pace – non possono risolvere i nostri problemi”. Al contrario “tutte le grandi religioni,anche se diverse tra loro, hanno enorme potenzialità di realizzare la pace interiore”, che per il Dalai Lama è l’unico mezzo per arrivare a una pace reale.

‘VISITA NON POLITICA, NON VOGLIO CREARE PROBLEMI’
“La natura della mia visita non è politica e non voglio creare inconvenienti per lo Stato e le autorità”. Così il Dalai Lama, incontrando la stampa, questa mattina all’Hotel Principe di Savoia, ha risposto a chi gli chiedeva un commento sull’imbarazzo con cui alcune istituzioni italiane hanno accolto la sua visita. “Per me non c’é nessun problema”, ha chiarito il premio Nobel per la Pace, mettendosi a ridere quando gli è stato chiesto perché, secondo lui, ci fosse così tanto imbarazzo nel riceverlo: “voi lo sapete meglio di me, io – ha detto ai giornalisti – sono solo un visitatore straniero”.

PECHINO CONDANNA CHI LO RICEVE, MA NO RITORSIONI
La Cina condanna tutti coloro che ricevono il “secessionista” Dalai Lama ma, almeno per il momento, non minaccia ritorsioni contro il nostro paese. Il leader tibetano è arrivato ieri in Italia per una lunga visita che lo porterà a Milano, Torino, Udine e Roma. “Il Dalai Lama – ha sostenuto oggi il portavoce del ministero degli esteri Qin Gang – non è solo una figura religiosa ma è un esiliato politico impegnato in attività volte a frantumare la Cina”. “Il problema del Tibet non è un problema religioso o culturale ma un problema che coinvolge il territorio e l’ integrità della Cina”, ha aggiunto. Il Dalai Lama, che nel 1979 ha ricevuto il premio Nobel per la pace, chiede per il Tibet “una genuina autonomia” ma Pechino sostiene che le sue “azioni” dimostrano che in realtà “non ha rinunciato all’ indipendenza”. Richiesto di indicare queste azioni, il portavoce ha risposto: “potete verificare tutto quello che ha detto e fatto da quando ha lasciato la madrepatria (il leader tibetano vive in esilio in India dal 1959). Non ha mai rinunciato all’ intenzione di spaccare la Cina…Credo che ci siano molti esempi, per esempio mantiene in vita un governo in esilio”.

ansait

Technorati: , , ,

Una Risposta to “DALAI LAMA: Autonomia vera per il Tibet”

  1. kingmercury dicembre 10, 2007 a 4:32 pm #

    TIBET LIBERO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...